La norma ISO 7010: la simbologia internazionale sulla sicurezza delle macchine

2024/05/28

Quando si parla di sicurezza delle macchine, è necessario affidarsi a sistemi di informazioni che si basano non sulle parole, ma sui simboli: un linguaggio universale immediato e comprensibile da chiunque. Ecco perché la norma ISO 7010 è fondamentale.

Anche se un sistema standardizzato di segnali di sicurezza non può sostituire in toto le istruzioni per l’uso, la formazione e la prevenzione agli infortuni, i pittogrammi sono importantissimi quando permane un rischio per l’operatore.

La norma ISO 7010 prescrive la segnaletica di sicurezza ai fini della prevenzione degli infortuni, della protezione antincendio, dell’informazione sui rischi per la salute e dell’evacuazione di emergenza. La forma e il colore di ogni simbolo sono conformi alla norma ISO 3864-1, mentre il design è conforme alla norma ISO 3864-3.

 

I simboli sono categorizzati in base alla loro funzione; in particolare:

E: segnaletica di condizione di sicurezza, come percorsi di evacuazione, ubicazione di attrezzature di sicurezza, strutture di sicurezza, azioni di sicurezza (è quadrato e di colore verde)

F: segnaletica per attrezzatture antincendio (è quadrato e di colore rosso)

M: segnaletica per azioni obbligatorie (è tondo e di colore blu)

P: segnaletica per azioni proibite (è tondo e di colore rosso)

W: segnaletica per messaggi di avvertimento (è triangolare e di colore giallo)

 

La norma ISO 7010 descrive più di duecentocinquanta segnali; per ognuno di essi indica la categoria, il numero di riferimento, la spiegazione testuale e una riproduzione del pittogramma. La norma, inoltre, riporta gli originali dei cartelli di sicurezza in un formato uniforme di 70 mm, ognuno con segni d’angolo per consentire un ingrandimento o un rimpicciolimento accurati.

In caso di specifiche necessità d’uso, come differenze culturali, sono permesse leggere modifiche grafiche ai segnali di sicurezza, a patto che il significato originale e la comprensione del segnale non vengano alterati. Un continuo uso dei segnali di sicurezza, ovviamente, accrescerà sempre di più la conoscenza internazionale degli stessi.

 

La norma ISO 7010 specifica anche che, nel caso in cui uno dei segnali standardizzati dalla norma non soddisfi completamente la necessità del messaggio da veicolare, è possibile ottenere un nuovo segnale. Il pittogramma, naturalmente, dovrà soddisfare i requisiti di forma e colore indicati nelle norme ISO 3864-1 e 3864-3; in alternativa, si possono creare nuovi pittogrammi usando i segnali generici della norma ISO 7010 come base (M001, P001 e W001).

Condividi su:

Articoli consigliati